Jules de Grandin: il Dylan Dog a parole

 

Se per gli  appassionati  di  fumetti, specie quelli italiani, il titolo  di  indagatore dell’occulto riporta ad un unico personaggio , cioè  al Dylan Dog di  Tiziano  Sclavi, non è detto  che in passato  non vi  sia stato un altro indagatore dell’occulto, non più disegnato ma raccontato  a parole da uno  scrittore.

Jules de Grandin è il nome dell’  antesignano  di  Dylan Dog , mente quello  del suo  creatore è  Seabury Quinn (Washington, 1 gennaio 1889 – 24 dicembre 1969) che riuscì nella sua vita ad alternare la professione di  avvocato  con quella di  scrittore ottenendo, in entrambi  i  casi, un notevole successo.

Il primo numero di Weird Tales pubblicato nel marzo 1923

Seabury Quinn pubblicò i suoi  racconti  soprattutto per la rivista Weird Tales  che, nel  periodo  intercorso dall’anno  1923 al  1954,  pubblicò ben 143 suoi  romanzi, di  cui  una novantina facevano  parte del  ciclo  di Jules de Grandin.

Le avventure di Jules de Grandin  sono  ambientate nella città di Harrisonville  (una città con lo stesso nome esiste e si  trova nel  Missouri, ma Seabury  Quinn la trasla nello  stato  di  New York) popolata da lupi  mannari, fantasmi e satanisti: quindi, per le sue strade e tra le mura dei suoi palazzi, accadono  cose dell’altro mondo.

Come per Sherlock  Holmes che era assistito  nelle sue indagini dal dottor Watson (per Dylan Dog l’eccentrico Groucho), anche Jules de Grandin aveva un aiuto  nella figura del medico Trownridge.

La prima avventura di Jules de Grandin, Horror on the Links,  apparve su Weird tales nell’ottobre del 1925, mentre altri  dieci  racconti  fecero parte di un’antologia pubblicata dalla casa editrice Arkham House  (un chiaro  riferimento ed omaggio a Howard Philips Lovecraft).

L’intero  ciclo  delle avventure di  Jules de Grandin venne pubblicato  nel 2003 per conto della Ash-Tree Press in un’opera composta da tre volumi (a seguire un’anteprima del  secondo  volume in lingua inglese).

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.