Blue Book: i documenti online sull’esistenza degli extraterrestri

Una pagina tratta dall’archivio USAF del progetto Blue Book

Forse speravamo  che quel  bislacco  asteroide chiamato  Oumuamua (nella lingua hawaiana vuol dire messaggero), fosse un’astronave proveniente da altri mondi, in modo da sentirci  meno  soli.

Eppure la statistica, contando le innumerevoli  galassie che ci circondano  e l’immensità dell’Universo (più universi  secondo  le ultime teorie), afferma che la vita non può essere l’unica prerogativa della Terra.

Rimane il  fatto che l’incontro  con ET è altamente improbabile come le piramidi  egizie  e le linee di  Nazca  non sono un ricordo  del passato dei  turisti  extraterrestri.

Ma se la serie di X-Files  ci  ha affascinato segno  che, oltre ad essere appassionati  di  fantascienza, crediamo nell’esistenza di  altre civiltà,  non meno  ci  affascinerebbe i  documenti  desegretati dall’USAF (United State Air Force)  e che riguardano  studi  sistematici sugli  avvistamenti  degli  UFO ( o  dischi  volanti nella definizione italiana) confluiti nel  progetto Blue Book.

Sono più di 50.000 documenti  ufficiali  che oggi  sono liberamente consultabili in un archivio  online, ma non speriamo di  trovare in essi una risposta definitiva sulla questione degli  extraterrestri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.